Home

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE FRANCESCO PER LA QUARESIMA 2019

 
«L’ardente aspettativa della creazione è protesa verso la rivelazione dei figli di Dio» (Rm 8, 19)
 
Cari fratelli e sorelle, ogni anno, mediante la Madre Chiesa, Dio «dona ai suoi fedeli di prepararsi con gioia, purificati nello spirito, alla celebrazione della Pasqua, perché […] attingano ai misteri della redenzione la pienezza della vita nuova in Cristo» (Prefazio di Quaresima 1). In questo modo possiamo camminare, di Pasqua in Pasqua, verso il compimento di quella salvezza che già abbiamo ricevuto grazie al mistero pasquale di Cristo: «nella speranza infatti siamo stati salvati» (Rm 8,24). Questo mistero di salvezza, già operante in noi durante la vita terrena, è un processo dinamico che include anche la storia e tutto il creato.
 

Leggi tutto...

 

Crisi vuol dire trasformazione

 
«Per tutti noi è chiaro come sia importante fare emergere tutta la verità sugli abusi. Dobbiamo però anche approfondire, cercare le cause per poter trovare dei rimedi".
 
Crisi che trasforma: è stato questo il filo rosso che ha legato il dibattito svolto sabato 23 fra i partecipanti all’incontro dei Vescovi voluto da Papa. I primi passi verso un mutamento di atteggiamento, di linguaggio, di cultura sul tema degli abusi cominciano a muoversi. Lo hanno spiegato, nel corso del briefing di metà giornata, il cardinale Reinhard Marx, l’arcivescovo Charles J. Scicluna, padre Arturo Sosa Abascal, preposito generale della Compagnia di Gesù, suor Veronica Openibo, superiora generale della Società del Santo Bambino Gesù, Paolo Ruffini, prefetto del Dicastero per la comunicazione, e il gesuita padre Federico Lombardi, moderatore dell’incontro, illustrando appunto quanto accaduto a partire dal pomeriggio di venerdì, quando un’altra drammatica testimonianza è stata consegnata ai partecipanti.

Leggi tutto...

 

L'attualità della kènosis per la Chiesa d'oggi

 
A proposito del discorso del Papa ai vescovi a Panamá 
 
Nella sua recente visita apostolica a Panama, in occasione della trentaquattresima Giornata Mondiale della Gioventù, papa Francesco ha rivolto un discorso ai vescovi centroamericani (Sedac) sul quale è il caso di ritornare. Si tratta di un discorso di una grande densità spirituale, ma anche con una innegabile intenzionalità pratica: offrire un modello fortemente cristologico alla Chiesa del nostro tempo. La fonte immediata dell’ispirazione del discorso papale è stata la testimonianza di sant’Oscar Romero, che scelse come motto del suo stemma episcopale l’espressione “Sentire con la Chiesa”. Che cosa significa “sentire con la Chiesa”? Romero lo spiegava come una partecipazione alla gloria della Chiesa, e che ciò altro non è se non portare nel proprio intimo tutta la kènosis di Cristo. 

Leggi tutto...

 

I cattolici in politica?

 
Tendono a essere conservatori (risposta di Aldo Cazzullo ad una domanda sui cattoli e la politica in Italia)
 
Caro Aldo, ho partecipato a un incontro organizzato da una associazione culturale locale sulla figura di Paolo VI da poco dichiarato santo. Quello che mi è rimasto dell’incontro, oltre naturalmente alla figura di questo Papa, l’aver appreso che negli ultimi 100 anni ben quattro papi, oltre al sopra citato, hanno origini lombardo-veneta (Giovanni Paolo I, Giovanni XXIII, Pio X e Pio XI). Come è stato possibile che in due regioni di chiara cultura e pratica cattolica si sia affermato un partito come la Lega che sul problema dell’accoglienza non rispecchia quanto al riguardo insegna la religione cattolica? Si è affievolito il senso religioso o esiste da sempre una grande incoerenza nella pratica religiosa? 

Leggi tutto...

 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 4 di 143